CAROTA MACHINE

Prospero, detto Er Cicala, è l'Uomo Carota Machine de Campo de' Fiori.
O meglio, Campo de' Fiori è lo scenario dove ogni mattina Er Cicala offre il proprio spettacolo.
Perché non c'è dubbio che di spettacolo si tratta; forse "commedia dell'arte" o, più semplicemente, "arte della commedia"…
E poi, come dice lui stesso: "de Cicala ce n'è uno… tutti l'artri 'n so' nessuno!"
Gli ingredienti dello spettacolo sono quelli classici e ci sono tutti:

- gli attori (primi fra tutti gli attrezzi, animati come burattini dar Cicala)

- il canovaccio (la serialità ciclica delle battute che, sebbene

tradotte (?) mantengono in bocca ar Cicala un sapore di romanità in via d'estinzione)

- i colpi di scena (come il pollo… vedere per credere)

- le gags (come l'antenna e gli orecchini)

- il pubblico soprattutto: i turisti che diventano a loro volta attori di

questo spettacolo in scena tutti i giorni feriali al mercato di Campo de' Fiori a Roma.

 

Prospero, Er Cicala (the Cicada), is the Carota Machine Man of Campo de’ Fiori. Campo de’ Fiori is the stage where, every morning, the Cicada performs his show. Because without a doubt this is a show; perhaps "commedia dell’arte" or, more simply, "arte della commedia"...

After all, as he says, "There is only one Cicada… anybody else is nada!".

The ingredients for the show are the classical ones, they are all there:

- the actors - the kitchen tools, brought to life as if they were puppets,

by Cicada)

- the story board - the so called canovaccio (the kitchen towel, where

originally the plot of the comedy was written)

- the lines - that in Cicada’s mouth maintain a taste of disappearing

romanity, in spite of the translation

- the coup de théatre - such as with the chicken... one has to see

to believe

- the gags - like the antenna and the ear-rings

- and last but not least, the audience: the tourists themselves

become actors of the show, on stage every working day at Campo de’ Fiori market in Rome.

 

TORNA a VIDEOART EXPERIMENTA        TORNA a S.FRANCISCO